Accesso ai campi di Tiro ed esercizio di attività di allenamento.

Rispondendo a specifico quesito, chiarisco che i campi di tiro a volo NON sono pubblici esercizi e, come tali,  aperti al pubblico ma, salvo i casi che essi non abbiano anche licenze per l’esercizio al pubblico di bar o ristoranti, sono da considerarsi luoghi ove è possibile l’accesso a persone che abbiano un particolare status che è quello di socio.

In tale ottica è legittima, da parte del gestore, l’espulsione dalla struttura chi non rivesta tale status.

Per quanto concerne IL QUESITO SPECIFICO per il TIRO A VOLO, l’espulsione dai campi, da parte del gestore, di chi invece riveste tale qualità (socio FITAV), la materia è regolamentata dall’art. G.1.2.2 delle Norme Generali FITAV che recita: “Il possesso della tessera federale dà diritto:

a)      all’ingresso in tutti gli impianti sportivi per attività di allenamento, col consenso della Società;

b)      all’ingresso in tutti gli impianti sportivi per l’attività agonistica.

Dal tenore di tale disposizione si evince chiaramente che l’ingresso in un campo (del quale non si è soci) mentre per gli allenamenti è subordinata al consenso del gestore, non subisce alcuna limitazione per l’espletamento di qualsiasi tipo di gara.